Seleziona una pagina

Stamattina ho incontrato una persona per motivi professionali.

Ad un certo punto, ha visto l’organizzazione delle mie cartelle sul server di posta ed ha notato che classifico i messaggi ricevuti con le etichette “1PR”, “2PR” ecc. Mi ha chiesto cosa significassero quelle sigle e gli ho spiegato che stanno per “Priorità  1”, “Priorità  2” ecc.

Sono solito etichettare i messaggi di posta in entrata con le etichette “PR” ed altre 60 etichette che adesso non vado certo ad elencare.
Ebbene, questa persona dopo aver osservato la mia personale classificazione, mi ha chiesto “Non usi l’approccio GTD?”.

Confesso la mia ignoranza. Non sapevo minimamente di cosa parlasse.

Mi ha spiegato che “GTD” sta per “Get Things Done”, ossia, più o meno, “Detto – Fatto”.
Il metodo è stato “inventato” da David Allen, del quale (lui si!) avevo sentito parlare.
Di per sè, il metodo sembra non essere rivoluzionario, ma il suo approccio mi piace e credo che lo approfondirò.

In sostanza (cito spudoratamente da Wikipedia), una descrizione sintetica è questa:

Fai uscire ogni cosa dalla tua mente. Prendi le decisioni riguardo le azioni necessarie quando il problema si presenta – non quando esplode. Organizza i promemoria dei tuoi progetti e le loro prossime azioni in categorie appropriate. Tieni il tuo sistema aggiornato, completo e rivisto sufficientemente per dare fiducia alle scelte su quello che stai facendo (e quello che non stai facendo) in ogni momento.

Proprio in questi giorni, in cui sto cercando di riorganizzare e sistematizzare tutti gli impegni ed i progetti, questa idea del GTD capita a proposito. Il confronto con la persona che mi ha esposto questo metodo è durato poco tempo, non abbiamo potuto approfondire. Però, sapere come si organizzano le altre persone nella gestione impegni e progetti è sicuramente interessante.

E infatti, mi piacerebbe sapere, dagli  affezionati cinque-sei lettori che mi seguono,

  1. Il metodo GTD (dettagli) potrebbe essere valido?
  2. Soprattutto, che metodo di lavoro utilizzate, per la gestione di attività  e progetti?